Cosa farò

La scelta compiuta da tante donne e uomini della nostra comunità di interessarsi direttamente al governo della cosa pubblica nasce dalla condivisa e irrinunciabile esigenza di costruire un nuovo patto sociale su cui fondare la rinascita della nostra città. Obiettivo a cui puntiamo consapevoli che le riflessioni politiche e le attività di governo hanno bisogno di aggiornare le proprie categorie e i propri strumenti per dare voce e rappresentanza alle persone che compongono il mosaico sociale e civico della comunità di Orta Nova. L’individualismo è il virus che ha alimentato devianza sociale, abusi e illegalità diffusi, povertà materiale e immiserimento etico. Mentre il mondo attorno a noi cambiava velocemente e radicalmente, la nostra comunità e la nostra città si sono ripiegate su se stesse ed hanno smarrito la strada da percorrere per ottenere benessere e serenità. Investire energie e risorse nella dimensione sociale avrà come primo effetto la realizzazione dei diritti di cittadinanza che è nostro dovere assicurare ad ogni persona che viva, stabilmente o meno, insieme a noi. E’ solo così che potremo rendere concreti e percepibili la parità dei diritti e delle opportunità, che riusciremo a rimuovere le barriere sociali, che offriremo dimensione comunitaria al talento ed alle capacità di ciascuno. Vogliamo costruire condizioni tali da consentire ad ogni persona della nostra comunità di essere davvero libero; dunque, di vivere e operare al riparo dall’illegalità e dall’abuso. Ponendo come unico limite il rispetto dei diritti e delle libertà delle altre persone. Vogliamo offrire a noi stessi l’opportunità di vivere coltivando speranze e sogni, sicuri che la loro realizzazione sarà di beneficio all’intera comunità che ci accoglie e si prende cura di noi.

 

Leggi la sintesi_del_programma

Share to Facebook
Share to Google Buzz
Share to Google Plus